giovedì 28 novembre 2013

Berlusconi è decaduto?


Cronaca di un interloquio
Zdenka:  Caro Silvio,la legge è uguale per tutti...punto.

Aaronn : Zdenka ,ciascuno noi, con i propri divensi intendi guarda alla vicenda secondo un proprio convincimento. Io, a prescindere da questa vicenda che la vedo vergognosa, per tutti noi italiani, pur sempre avendo rispetto delle considerazioni altrui ,non metto il punto come sta facendo Lei . Piuttosto il suo punto avrebbe consistenza qualora la legge fosse uguale per tutti. Desidera che le elenchi i casi che ho toccato con mano? I panni , qualora , i nostri fossero sporchi, ricordi si puliscono in famiglia, invece noi italiani ,difronte al mondo ci stiamo svergognando.
Ricordi ancora che Il Silvio,come lei lo appella, non ha avuto dei processi regolari perchè fondati sul pregiudizio di una magistratura politicizzata. Se così non fosse stato , mi creda, anch'io avrei messo un punto. Purtroppo ,non lo metto ,anzi ho timore che l'odio verso questa politica ignobile perseveri a svergognarci.


Zdenka: Caro Aaronn, ho messo punto per un semplice motivo...Berlusconi ,finché faceva imprenditore ,mi piaceva ,ma il suo rimanere a tutti costi al potere, quello no....e umiltà? non c'e più..L'umiltà e la chiave della verità....

Aaronn : Zdenka ... ma ci mancherrebbe ... sono d'accordo con lei su quando ha testè fatto menzione sull'umiltà. Umiltà che" Lui ", per il potere assunto non ha mai avuto; come non riconoscere i propri errori... ne convengo, ma c'é un punto...... che mi duole ...questa magistratura dove intende andare? Fra questa gente, e, senza tema di querele... ci sono magistrati che leggono fischi per fiaschi, altri non leggono addirittura i processi, perchè con il passare del tempo,  1 o2 anni vengono sostituiti per l'avvicendamento verso altri lidi .. e li ...i nuovi a riprendere ,spesso, il filo d'un discorso ,che viene perduto dal tempo. Dopo la cassazione ,lei dice punto ... andrebbe bene il "suo" punto, fino a che il contenzioso si chiudesse ,ma se  arrivano poi altri contenziosi a seguire dello stesso tenore,perché non devono prendere per buono l'ultimo giudizio di cassazione? E invece no... Mi sto rendendo conto comunque, che non é questa la sede perché io sia più esplicito,ma non credo che ,dai loro comportamenti iniqui,possono continuare a speculare e indire più sentenze" In nome del popolo italiano". Farebbero meglio a sentenziare " In nome e per conto della magistratura" perchè ,come il Silvio, loro, a dir d'umiltà, mi creda, non sono di meno. Esempio? veda cosa succede a Caltanissetta un processo che dura da più di 30 anni " detto Piano Geraci" ,quanti lavoratori ha penalizzato, quanta gente, di estrazione sociale bisognosa ha dovuto cedere alle voglie d'una" magistratura colorita" che ha solo preso la parte di chi ,con artifizi ,ha saputo creare delle ragioni inesistenti che solo una magistratura attenta, come lo é stata la cassazione, ha potuto ,ad alcuni dato ragione, con un equo giudizio . La saluto cordialmente.

Oggi siamo su altri titoli affaccendati ,perchè probabilmente vorremmo che la storia ai nostri nipoti non narrasse questo tempo che oggi l'Italia vive.Dimentichi delle vicende andreottiane, il caso "Silvio Berlusconi" non solo ha sostituito i titoli d'economia, ma fa molto riflettere. 
Certamente una brutta vicenda il cui accanimento politico e giudiziario non ha ,nel tempo ,simile memoria. Ma io mi chiedo : Quanti Statisti, uomini di governo per errori o atti consimili sono stati giudicati penalmente? Come si può continuare a ripetere che "le sentenze non vanno commentate o giudicate? Signori lettori d'ogni censo ,quando gli uomini, in questa terra ,siamo tutti soggetti  a commettere degli errori? Tutti possiamo ritenere un giudizio falsato dal pre-giudizio, questo sta nell'essere della democrazia, la libertà di parola e di pensiero e allora dove sta? Le sentenze sono da ritenere "sacrosante"?... Nutro perplessità e mi adiro se inseguire un uomo politicamente gli si debbano togliere i diritti civili . Non credo di trovarmi in uno stato democratico, quando l'esercizio della democrazia - del fare o non fare ciò che aggrada,é solo devoluto al potere di quel momento politico o giudiziario che sia.

No... non credo che oggi il nostro governo abbia dato un segno di civiltà, molti italiani ,giudici, senatori  o meno che siaano devono rispondere soprattutto alla loro coscienza.
E' pur vero... la legge é stata applicata" Signora Finocchiaro",ma a fronte di quale giudizio o pregiudizio?

Aaronn
Sottoscrivi con Bloglines

domenica 24 novembre 2013



Di sotto tutto il mio commento sulla sua presenza delle ore 15,40 in qualità di ospite di Massimo Giletti a "L'Arena" su Rai 1
3' fa da Giletti ha commentato il distacco da Berlusconi perché ormai tanto rappresenta l'area estremista del centro destra.
Per estremismo ha inteso chiarire che non si possono mettere in gioco gli interessi di un partito contro quelli degli Italiani. Ebbene ... per mia educazione, sono uso non dare giudizi ma, memoria mi porta a ricordare che il dott. Alfano, da un po’ d'anni se é arrivato al punto in cui si trova , é perché é stato al fianco di colleghi che oggi vede come estremisti.
E' cresciuto nel grembo dell’estremismo, come si può fare un passo indietro? Il suo atteggiamento, oggi io lo vedo contraddittorio perché il governo al quale fa egli parte non sta facendo per nulla gli interessi del popolo italiano ; anzi il suo gruppo, secondo una mia riflessione, oggi é rappresentato da Onorevoli voltafaccia che hanno tradito scelte e idee riferibili  a circa 10.000.000 di cittadini :Oggi  soggetti nomimati da voi stessi, continuano a essere nominati Onorevoli. Ma … onorevoli di che ? ... Di apprestarsi e partecipare a svendere i tesori e i patrimoni della nostra bella Italia? Onorevoli di spendere i denari del finanziamento pubblico ai partiti per utilizzarli in indebiti arricchimenti e sollazzi personali? Onorevoli di aver creato per loro stessi e per persone da nominare profitti a vita a danno dei lavoratori?
Ebbene, può darsi che il mio sfogo lo possa trovare contrariato, ma questa é la vera realtà che io non condivido più della politica che Ella sta sostenendo e adducendo “ per il bene degli italiani”; direi che oggi  non sta facendo nulla di diverso di quel che in passato hanno combinato tutti quei suoi predecessori politici che, in oltre 60 anni, hanno condotto gli italiani a perdere la lira e la sovranità...
La verità, caro Onorevole invece é un'altra e me l'ha suggerita il suo amico di sempre, il Presidente Silvio Berlusconi che, come gli uomini d’orgoglio, oggi , sono nel dubbio se non si sente pentito per determinate sue scelte. Oggi , vedo lei come chi ,dopo il disastro ,esprime una prece e poi … tutto fini-sce …li .

Il suo gruppo , in atto, fraseggia e invalida la sedia che a loro è stata messa sotto i glutei … Come fa a giustificare un nuovo gruppo politico? Credendo che i cittadini possano passare da una panchina ad un’altra, incuranti di perdere la loro dignità di scelta quando la viltà della classe politica oggi é resa palese?
Il Presidente Silvio Berlusconi, ha comunicato d'essere vittima d'un colpo di stato nella sua persona; non ha detto una cosa non vera … Alfano … epperò avrebbe dovuto dire di più. Avrebbe dovuto aggiungere che il colpo si stato é stato fatto agli "Italiani" e tanto, lo avete alimentato tutti voi della politica del centro destra- della sinistra e di centro. E mi riferisco soprattutto a quel centro che ha contribuito a buttare l'Italia più giù dove non si sarebbe potuto.

 Quando una classe politica da + di 4/5 anni discute e ridiscute emendamenti sulla riforma della legge elettorale, presenta disegni di legge e poi li addormenta, ciò vuol significare che a tutti voi questa stasi politica non può che far piacere oltre che giovarvi. E... si caro signore mio conterraneo, ormai é palese il colpo di stato che ha eliminato il popolo italiano dalla facoltà di scegliere i propri rappresentanti e quando si commette un atto di tal fatta ... mi perdoni …  tanto non esprime  altro  che puro tradimento alla sovranità del popolo italiano. Grazie …
Sottoscrivi con Bloglines

martedì 12 novembre 2013

Sottoscrivi con Bloglines
Ai giorni nostri non manca la libertà, mancano gli uomini liberi. Spesso l'uomo si veste da servo senza averne bisogno, per timore di potere perdere il potere rinunciando così alla propria libertà e dignità.

martedì 5 novembre 2013

ECCO PERCHE' IN ITALIA I POSTI DI LAVORO NON SONO MESSI PIU' A CONCORSO.




Compagno e figlia assunti al Senato Scoppia la Parentopoli dei 5 stelle

|
Urla, accuse e pianti hanno acceso la riunione dei senatori grillini che questo pomeriggio si è concentrata sul caso di Barbara Lezzi e Vilma Moronese, entrambe 'sotto accusa' per avere assunto come assistenti dei parenti: la Lezzi ha assunto la figlia del compagno e la Moronese ha assunto il proprio compagno. Entrambe le senatrici si sono difese, con toni molto accesi, sostenendo di non aver violato alcuna regola dal momento che i due compagni non sono conviventi. Ma su questo punto molte le repliche piccate di chi e' sposato: "Allora devo divorziare per poter assumere anch'io la mia compagna?", ha chiesto sarcastico un senatore 5 stelle. La senatrice Moronese e' stata vista uscire in lacrime dalla riunione.  L'assemblea ha dibattuto per due ore sull'opportunita' di andare in diretta streaming. Ma alla fine si e' votato per il no e c'e' chi accusa Claudio Messora, responsabile comunicazione M5S, di averlo impedito con tanto di mail rivolta a tutti i senatori. "Questa volta niente streaming, cosi' diamo un'immagine negativa" avrebbe scritto. E cosi' e' andata. La richiesta dello streaming era stata avanzata da Luis Alberto Orellana.
Articoli correlati  > Clicca sul grassetto
Coca nelle giacche  e donne prezzolate: l'ultimo  complotto-delirio dei 5 stelle

Coca nelle giacche e donne prezzolate: l'ultimo complotto-delirio dei 5 stelle

Fonte:http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/1344207/Compagno-e-figlia-assunti-al-Senato--Scoppia-la-Parentopoli-dei-5-stelle.html
 IL MIO COMMENTO:

I lettori più vicini alla mia età-non del tutto avanzata - intendiamoci, ricorderanno, quanto fosse diffuso negli anni 60/70 ed anche 80 l'utilizzo dei concorsi perché i giovani e i meno giovani entrassero nel mondo del lavoro.
Il "concorso" assumeva duplice aspetto e significato; da un lato era un segno democratico per immettere nelle varie attività personale qualificato, dall'altro era un modo di dar sicurezza alle giovani generazioni per poter progettare ,la propria vita.
In entrambi i casi,i concorsi erano un atto di civiltà del Paese Italia, senza per questo escludere che ,negli scanni dei due rami del parlamento e nella politica, anche in quegli anni, il nepotismo e lobolo di appartenenza é ,da sempre, esistito. Poi , la politica si é fatta più furba, regioni province e comuni si sono adeguati all'andazzo romano e, di tutto punto, sono spariti i concorsi.
Con ciò non s'intese che mancasse il lavoro in Italia ,ma fu la politica tutta ad accaparrarsi l'appannaggio sui posti di lavoro e a assegnarli,secondo un proprio metro, a coloro i quali erano stati supporto della linea politica di loro appartenenza. L'assegnazione dei posti di lavoro, nei ministerri, nella televisione di stato, nei due rami del parlamento italiano ed europeo,nei sindacati e nelle amministrazioni locali, ,e me ne assumo la responsabilità, diventò così motivo di scambio di voti , favori e di qualcos'altro che mi astengo di dire .
Oggi, si strilla allo scandalo "grillino", ma bisogna ,giocoforza, peccare d'ingenuità? Denari e scambi politici sono l'unica attrattiva che induce oggi, tante persone senza lavoro,ad entrare in politica.Far politica é scegliere come crearsi un'attività redditizia che aggiunge un valore aggiunto a quel potere politico che tutti conosciamo.
Allora ? Voi direste ,lettori d'ogni censo. Allora ,come sempre ho più detto, é necessario cambiar sistema; questa democrazia rappresentativa non va più bene perché gli uomini ai quali abbiamo dato mandato fanno tutt'altro che  i nostri interessi e , addirittura non ci danno più la possibilità di scegliere gli uomini per dare una svolta al Paese.
Ormai nell'Italia politica non esistono bandiere nitide, né di sinistra ,nè di Centro, nè di destra, figuriamoci ,poi quella dei Grillini, che da tempo,hanno dato mostranza di adeguarsi a quella stessa risma di soggetti politici che guardano solamente al loro arricchimento e ai loro privilegi. Privilegi e favoritismi che stanno raggiungento fin'anche il centro ... Sicilia.
 Aaronn

Sottoscrivi con Bloglines