mercoledì 5 giugno 2013

Idea e Azione: LA SVEGLIA: La Morte ti sia lieve

Idea e Azione: LA SVEGLIA: La Morte ti sia lieve

Sottoscrivi con BloglinesNon ci può essere buona politica se il popolo non sceglie gli uomini.Ma desidero iniziare dall'ultima parola del bell'articoletto che,benchè breve,stamani si presta alla disquisizione e alla provocazione della parola"ONORE". Cera un tempo ,ormai andato,la "Parola d'onore",non é l'inizio di un raccontino,ma l'evocazione di un principio ormai quasi svanito di cui si é persa la memoria e che rappresentava il distinguo delle persone meritevoli di stima e di fiducia da quelle delle quali non potersi fidare.Un tempo, non rispettare gli impegni,non eseguire il proprio dovere,non rispettare la parola data significava perdere l'onore, il rispetto e la credibilità del proprio se. La favola di "cappuccetto rosso" era il nostro primo racconto ai n/s bimbi perché ,fin dalla tenera età apprendessero la brutta fine riservata ai bugiardi, con ardua raccomandazione di esprimere sempre la verità.
Oggi,molti tolleriamo le bugie dei bimbi, scambiandole quale sinonimo di creatività negando a noi stessi, quale verità, la fantasiosa scorrettezza che induce sul percorso dei vigliacchi.La responsabilità di questo nuovo modus di vita va ricercata in questa nuova società che trasmette la sua linfa nella politica. Questa politica che ,invece di porsi, al di là dei colori, quale modello di serietà e di correttezza, dona ai cittadini il pessimo esempio della non credibilità, delle promesse elettorali disattese,ma soprattutto non intende al mandato cittadino come un servizio,ma a un accaparramento del proprio arricchimento. Ecco perchè alle belle e forbite parole dei politici ,oggi non crede più nessuno. 

Salvatore Casales

Nessun commento: