lunedì 25 luglio 2011


Sottoscrivi con Bloglines

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ,SILVIO BERLUSCONI.-
Illustre Presidente ,questa volta i suoi oppositori o detrattori,come qualcuno vorrebbe chiamarli, pensano che ormai il suo "Partito delle Libertà" ha perduto l'essenza più caratteriale ed ideologica del suo movimento.

Ha perduto si quella idealità che in molti hanno chiamato "Berlusconismo ". Probabilmente Ella , per rimanere in piedi o per coesione politica, sta mascherando una aquiescenza ad una stategia politica del suo fidato Bossi che,nelle ultime battute, sembra che l' abbia combinata grossa,in riferimento ai suoi declamati problemi .

Ma non é questo il motivo della mia considerazione,quanto quella di chiederle di considerare,vista l'intraprendenza della "Sua Lega ", se non é il caso di trasferire qualche sezione ministeriale anche in Sicilia.

I siciliani risparmierebbero un bel po di danari evitando il viaggio nella Capitale e spese considerevoli e poi, Ella in Sicilia ha avuto tanti consensi ed i siciliani ,popolo già bistrattato,rispetto le regioni più ricche d'Italia ,approverebbero l'atto equitario chiedendoLe di trasferire anche in Sicilia ciò che la Lega ha già preso,con caparbietà, e coprire,probabilmente un'organico,con un bel po di posti di lavoro per la sua gente.

E' questa la motivazione "Bossiana"; ringraziare un pò,per quel che può ,il suo fedele elettorato. Gli occhi del Popolo d'Italia sono tutti riversi verso Voi e non é strano che ,in tanti si faccia tale considerazione .Molti diranno,in maniera scandalosa,che ciò rappresenta uno scambio di voti e sarebbe imperdonabile consentire tale movimento perché,se così fosse, costituirebbe anche un reato,visti i precedenti nelle passate repubbliche.

E' vero, sono tutti intrallazzetti che ,compresa la Lega,si sono fatti a beneficio di figli e figliatri e spesso si blatera allo scandalo come se tanto comportamento non fosse proprio della cultura politichese italiana.

Ebbene ,anche in Sicilia,più che in altre regioni, le tasse dai siciliani vengono regolarmente pagate,allora non si vede il motivo di non portare delle agevolazione ai siciliani,con annessi e commessi, con il trasferimento di alcuni ministeri, per esempio quello della Pubblica Istruzione che poi,fra l'altro, alla signora Gelmini potrebbe pure far comodo venirci a visitare; non solo sarebbe bene accetta,ma il sole da noi é il più salutare che in altre regioni, per poi non scordare che la nostra isola, non manca ,dei profumi propri, che caratterizzano le nostre terre,la nostra cultura e l'illustre "Ministra valutare vieppiù potrebbe, la realtà scolastica isolana,e perché no, rinverdire nell'immagine con una maggiore solarità ed una pù completa abbronzatura .

Ma al di là della mia retorica casereccia, vedo Presidente ,come qualcuno attesta,che Ella non ne uscirà da Napoleone da questo governo che ,eppure si era dichiarato della libertà ;

( Avverto un disagio profondo: non so più se la mia idea di politica, di una politica eticamente fondata, corrisponda ancora alla politica che pare aver smarrito il significato vero di servizio ai cittadini».L.Moratti ) Molti,in effetti avvertiamo simile disagio,perché é inaudito chiedere ai cittadini sacrifici durissimi, senza fare sacrifici a propria volta. Non si possono tassare i pensionati, senza tagliare i costi della politica,gli sprechi,gli emolumenti dei parlamentari, ma soprattutto le inefficienze della macchina amministrativa dello Stato, che costituiscono il maggior impedimento allo sviluppo del Paese .
* Chi divide e si adegua non potrà essere un condottiero,ma un servile di una società che si adagia alla comodità, alla disuguaglianza ,alla non libertà e al vile danaro *. Aaronn
é Salvatore Casales

Nessun commento: